Beacon proximity marketing: strategie, servizi, vantaggi

beacon proximity marketing centri commerciali

Per conoscere a pieno i vantaggi del beacon proximity marketing ti propongo di riflettere sulle strategie e sulle azioni operative che questo strumento permette di attuare alle aziende, sui servizi che permette di offrire agli inserzionisti che decidono di utilizzarlo e sui vantaggi che da esso possono trarre non solo le imprese, le attività commerciali e i negozi ma anche i clienti che possono interagire meglio con l’ambiente che li circonda.
L’elemento principale che caratterizza il marketing di prossimità è la capacità di permettere delle comunicazioni rapide e dirette tra un mittente e un destinatario, non solo, queste comunicazioni, oltre ad essere possibili solo quando il cliente e l’inserzionista sono fisicamente vicini, possono essere declinate in base a target specifici e all’ubicazione del cliente nel preciso momento in cui viene intercettato.
A queste caratteristiche, che sono comuni a tutte le tecnologie di marketing di prossimità, come i codici QR e gli NFC (solo per citare quelle più diffuse), occorre aggiungere un aspetto specifico del beacon proximity marketing, la ampia compatibilità con i più diffusi dispositivi mobile, siano essi smartphone a sistema operativo Android, iPhone che supportano iOS7 o iOS8 o iPad di terza e quarta generazione. Il beacon proximity marketing, infatti, utilizza il Bluetooth, una tecnologia a basso costo e a basso consumo, facilmente installabile e utilizzabile anche da chi non è un esperto di nuove tecnologie.

Beacon proximity marketing: la relazione tra brand e clienti

Qual è il principale vantaggio del beacon proximity marketing e, più in generale, del marketing di prossimità? Si tratta uno strumento di frontiera, perché trascende i confini del digitale e prevede uno stretto rapporto tra un inserzionista e un pubblico specifico. Con il proximity marketing e i beacon la comunicazione pubblicitaria entra in una stagione nuova che recupera stili e pratiche del passato che fino a qualche anno fa sembravano condannate a scomparire.
Come i vecchi volantini pubblicitari distribuiti per strada, o come i camerieri che invitano gli avventori ad entrare in un ristorante, il beacon proximity marketing permette di sviluppare un legame molto stretto con lo spazio fisico in cui si realizza e sollecita l’interazione tra piattaforma e cliente, da un lato, e tra quest’ultimo e il luogo fisico, dall’altro.
L’ubicazione e l’interazione sono due degli aspetti fondamentali del beacon proximity marketing: molti dei messaggi inviati, infatti, sollecitano il cliente a compiere una azione specifica e ad essere parte attiva di un processo, sia esso la compilazione di un modulo, l’utilizzo di un coupon pubblicitario o di uno sconto su uno specifico articolo, la partecipazione a una campagna o ad un gioco o, comunque, l’assunzione di una decisione.
È questo l’aspetto che maggiormente distingue il marketing di prossimità dal cosiddetto marketing di geolocalizzazione, ovvero da quelle azioni di digital marketing (come, ad esempio, la valutazione di un luogo su Google Maps) che avvengono attraverso dispositivi mobile con opzione di geolocalizzazione e, quindi, con app che consentono di localizzare e seguire la posizione dell’utente.
In questo caso è l’utente stesso che, in automatico definisce a quale target appartiene, mediante la sua posizione, mentre l’inserzionista non mette in atto una selezione sui clienti, potenziali o reali, davvero interessati all’annuncio. Il cliente al quale è destinato l’annuncio, viene individuato dalla tecnologia, dalla geolocalizzazione, e viene selezionato in loco, in modo automatico.
Nel beacon proximity marketing, invece, ci troviamo in uno scenario sicuramente più evoluto, dal momento che l’inserzionista, attraverso un portale web, può definire il target specifico e suddividerlo in specifici cluster al quale destinare altrettanti messaggi ogni volta diversi.
Per rendere efficace l’offerta di sconto su delle gonne, in un negozio di abbigliamento, ad esempio, l’inserzionista non dovrà solo installare un beacon nelle vicinanze dello scaffale delle gonne ma anche escludere i clienti di sesso maschile che potrebbero avvicinarsi a quello scaffale anche se non sono interessati all’articolo.

I vantaggi del beacon proximity marketing per le attività commerciali

Recenti ricerche degli Osservatori di Digital Innovation del Politecnico di Milano rilevano la maggior parte delle decisioni di acquisto passano via internet: il web è utilizzato per cercare informazioni, per confrontare prezzi e per decidere dove acquistare. Il dato di maggiore importanza per comprendere i vantaggi del beacon proximity marketing per negozi, punti vendita e attività commerciali è però un altro: almeno un terzo degli utenti decide cosa comprare in mobilità.
Per questo è importante utilizzare strumenti di marketing di prossimità come i beacon per supportare ogni fase del processo di acquisto sebbene occorra valutare attentamente le soluzioni messe in campo e, oltre a i rispettivi benefici anche gli eventuali limiti.
Molto spesso, infatti, soprattutto negli Stati Uniti dove le tecnologie di marketing di prossimità sono già ampiamente diffuse, gli utenti rilevano che il meccanismo per utilizzarle, almeno talvolta, è laborioso. Tuttavia è altrettanto vero che questi strumenti, soprattutto grazie alla possibilità di utilizzare i dati forniti dagli smartphone (niente paura: si tratta dei cookie che possiamo scegliere di utilizzare o non utilizzare) consentono di avere una serie di informazioni sulle scelte dell’utente che riguardano sia il comportamento online che quello nei luoghi fisici.
Anche questo elemento favorisce un dialogo ininterrotto col cliente durante tutto il costumer journey: attirarlo nel negozio è solo la premessa di un’esperienza che, attraverso una semplice notifica, può concretizzarsi nella segnalazione di prodotti potenzialmente interessanti per la tipologia di acquisto in corso, in contenuti con informazioni accattivanti o in messaggi che suggeriscono ulteriori offerte in quello stesso punto vendita o in altri, in quello stesso momento o nei giorni successivi.
Se ti stai chiedendo qual è il modo migliore per utilizzare il beacon proximity marketing in un negozio o in un’attività commerciale non dimenticare un aspetto fondamentale come l’integrabilità: Beekon è una soluzione di marketing di prossimità integrabile con portali e risorse web già esistenti e, soprattutto, con le piattaforme di ecommerce che attraverso le loro app consentono di completare un’esperienza fisica di acquisto con lo shopping online. Nel retail e nella GDO è un’opportunità da non trascurare, soprattutto quando un articolo non è disponibile in negozio.

Acquisti self service, pagamenti di prossimità e programmi di loyalty: le opportunità del beacon proximity marketing

Sono molte le opportunità che possono concretizzarsi grazie al beacon proximity marketing per i clienti e per chi gestisce negozi, supermercati e attività commerciali.
I clienti che preferiscono la modalità self service per acquistare potrebbero infatti utilizzare lo smarphone o l’iPhone come alternativa allo scanner nei punti vendita che ancora non hanno approntato soluzioni con dispositivi proprietari che, oltre ad essere meno pratiche, rappresentano per l’azienda un impegno di spesa che può essere facilmente evitato.
Altre opportunità, come avviene già con successo con le NFC, potrebbero aprirsi nel settore dei proximity payment mentre un altro comparto che trarrà sicuri vantaggi dal beacon proximity marketing è quello delle loyalty. Le grandi catene commerciali potrebbero infatti, utilizzare una soluzione come Beekon Shop per la gestione delle indagini post-vendita e per valutare il servizio ricevuto nel negozio non appena un cliente sarà uscito dal punto vendita. Anche la gestione dei meccanismi premianti sarà, con ogni probabilità migliorata: coupon e offerte speciali, con il beacon proximity marketing, potrebbero essere inviate anche a chi ha interagito di più con il brand e con l’attività commerciale, dimostrando una frequenza di accesso più alta nello store o partecipando a concorsi e sondaggi.

Riepilogo
Beacon proximity marketing: strategie, servizi, vantaggi
Titolo
Beacon proximity marketing: strategie, servizi, vantaggi
In breve
Il beacon proximity marketing consente alle aziende di attuare strategie e offrire servizi che apportano vantaggi e avvicinano inserzionista e cliente.
Autore
Sito
Beekon
Logo